Cos’è il “TUx1000”?

Gettito IRPEF

0

CENTOTTANTADUE MILIARDI E QUARANTANOVE MILIONI DI EURO

Commercialisti

0

ISCRITTI ALL'ALBO UNICO NAZIONALE

Ottieni il tuo sostegno professionale dagli oltre centodiciottomila iscritti all’Albo Unico Nazionale dei commercialisti, ragionieri ed esperti contabili.
Clicca qui per trovare il tuo commercialista.

Ciascun contribuente può scegliere a chi destinare l’8, il 5 e il 2 per mille dell’Irpef.

Perché è una scelta solo se consapevole.

Le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef NON sono in alcun modo alternative tra loro e possono essere tutte espresse.

Perché è una scelta solo se consapevole.

Le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef NON determinano in nessun caso maggiori imposte dovute.

Perché è una scelta solo se consapevole.

Le scelte della destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef si fanno semplicemente firmando nel riquadro preferito o inserendo il Codice identificativo.

Perché è una scelta solo se consapevole.


Come funzionano
l’8, il 5 ed il 2 per mille?

8×1000

L’8×1000 è destinato a sostenere un’Istituzione religiosa o le iniziative di interesse sociale e di carattere umanitario dello Stato.

Chi può essere indicato tra i beneficiari dell’8 per mille?

È obbligatorio indicare una scelta?

No, i contribuenti non sono obbligati a indicare la destinazione dell’8 per mille.

Cosa succede al mio 8×1000 se non indico una scelta?

La quota, anche di chi non ha fatto la scelta, viene comunque ripartita fra i soggetti che ne possono beneficiare. La ripartizione avviene in maniera proporzionale in base alle scelte fatte dai contribuenti negli anni precedenti.

5×1000

Il 5×1000 è destinato a sostenere il mondo del no profit e della ricerca o ad attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici.

Chi può essere indicato tra i beneficiari del 5 per mille?

Sono quasi 48.776 i possibili beneficiari del 5×1000 nel 2017.

È obbligatorio indicare una scelta?

No, i contribuenti non sono obbligati a indicare la destinazione del 5 per mille.

Cosa succede al mio 5×1000 se non indico una scelta?

La quota di chi non ha fatto la scelta viene destinata alla fiscalità generale dello Stato.

0

Enti No Profit benificiari del 5x1000

Ottieni un sostegno per svolgere tutti gli adempimenti necessari alla tua associazione o per farla diventare uno dei beneficiari del 5×1000.

Clicca qui per trovare il tuo commercialista.

2×1000

Il 2×1000 è destinato a sostenere i partiti politici.

Chi può essere indicato tra i beneficiari del 2 per mille?

È obbligatorio indicare una scelta?

No, i contribuenti non sono obbligati a indicare la destinazione del 2 per mille.

Cosa succede al mio 2×1000 se non indico una scelta?

La quota di chi non ha fatto la scelta viene destinata alla fiscalità generale dello Stato.

Come dichiaro la mia scelta per l’8, il 5 ed il 2 per mille?

I contribuenti possono utilizzare una scheda unica per la scelta della destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef.

Modello 730

Da presentare entro il 24 luglio 2017

Modello Redditi PF (Persone Fisiche)
Ex UNICO

Da presentare entro il 2 ottobre 2017

CU (Certificazione Unica)

Da presentare entro il 31 luglio 2017

* per i lavoratori autonomi e chi non è interessato al 730 precompilato

“TU x 1000” è l’iniziativa del CNDCEC – Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili – per favorire la scelta consapevole da parte dei contribuenti italiani.

Perché è una scelta solo se consapevole.

CNDCEC – Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili

Piazza della Repubblica n. 5900185 Roma – CF e P.Iva 09758941000
info@commercialisti.it consiglio.nazionale@pec.commercialisti.it

www.commercialisti.it

Concept by GruppoGIUSTO

Privacy Policy